5 foto da NON inserire nel tuo cv

mai dare nulla per scontato.

Quello della foto per il cv è sempre un tema abbastanza spinoso.

Ogni addetto alle risorse umane, però, ne vede di cotte e di crude, fattelo dire.
Non ci credi?
Aspetta, ne vedrai delle belle.

Disclaimer: è ovvio che non tutti commettono questi errori.
Ci mancherebbe.
Mi impiccherei.

Qualora, però, ti ritrovassi in una di queste categorie, non disperare.
Puoi correre presto ai ripari, non è mai troppo tardi!

Se non hai commesso questi errori, invece, ti faccio i miei complimenti, non è da tutti.
Mentre fai un bel sospiro di sollievo, però, puoi aiutare tuo cugina, tua sorella o chiunque altro a modificare la foto inserita nel proprio curriculum.

Siamo pronti? Iniziamo!

james bond

Sei ti sei chiesto perché come immagine dell’articolo abbia scelto proprio James Bond.. ebbene sì. É successo. Non ci credi? Davvero? Sei davvero sicuro che nessuno inserirebbe nel proprio curriculum una foto di sé stesso vestito da James Bond?

Sì il curriculum, quello da inviare alle aziende.
Per la ricerca di lavoro.
Quello professionale.
Quello lì.

Lo ricordo benissimo. 

Era un caldo pomeriggio di giugno, lavoravo in un’agenzia per il lavoro ed arrivò una mail dall’oggetto “APRI E NON TE NE PENTIRAI”.

Che faccio? Apro, ovvio.

E spunta una bella foto, gigante. 

Rigorosamente in bianco e nero.
Uomo di circa 35 anni, di profilo, smoking e tanto di mani in posizione pistola.
No.

Ti prego, se mi stai leggendo ed hai ancora quella foto, cambiala.
Per quanto possa essere simpatico non è il modo migliore per farsi ricordare.
Certo poi tutto dipende per cosa ti candidi! 😉

jessica rabbit

Chià ma sei seria? 
Serissima.

Tratto da una storia vera.

La ragazza in questione pensò bene di inserire una foto in abito lungo e rosso fuoco con tanto di spacco e tacco a spillo, ovviamente rosso a sua volta, sdraiata sul divano.

Cercavo un’addetta alle vendite per prodotti medico-sanitari.
Nel caso in cui te lo stessi chiedendo.

Una bellissima ragazza, ci mancherebbe, e nutro anche una leggera invidia perché io tutto sono tranne che Jessica Rabbit.
Converrai con me, però, che la foto non è adatta ad un curriculum per la posizione di “Addetta alle vendite di prodotti medico-sanitari”.

selfie allo specchio con filtro cagnolino

Nella mia personalissima classifica delle foto cv più odiate, in pole position vi è il selfie allo specchio.

Peggio con il filtro.
Da cestino immediato con l’effetto cagnolino.

Questo tipo di foto può essere carina per Instagram, per Facebook, per quellochetipare e se hai 15 anni.

Non per un curriculum.

ùla foto del matrimonio

Un classico. 

Sono fantastiche, mi fanno sempre sorridere. 
Specialmente quelle tagliate a metà per escludere la dolce metà al taglio della torta.
Ovviamente la foto inserita qui è finta e solo a scopo illustrativo per illustrarti, appunto, una candidatura realmente pervenuta.

A meno che l’intento non sia quello di candidarsi per un atelier da abiti da sposa o per uno studio di avvocati divorzisti, prenditi 10 minuti e scatta una foto nuova!

un tuffo nel passato

Se nelle foto sembri tua figlia c’è un problema. 

Mi spiego meglio.

Opzione 1: Se Madre Natura ti ha donato la longevità, ti faccio i miei più sentiti complimenti. Io a trent’anni sono già in modalità “manutenzione”.
Opzione 2: Se la tua crema antirughe è così potente, ti prego dimmi qual è! La mia, per quanto seriamente fantastica, non mi porta a 20 secoli fa.
Opzione 3: Se, invece, hai 40 anni e metti la foto in cui ne avevi 20 abbiamo un serio, serissimo problema.

Insomma non credo che in 20 anni tu non abbia mai fatto una foto o, la butto lì, una fototessera.

Un po’ di coraggio, un bel sorriso e… cheese!

Conclusioni e punto

Tutti quelli che ti ho elencato sono FATTI REALMENTE ACCADUTI.

Inutile dire, ma anche no, che una foto non pregiudica la competenza.
Certo sull’effetto cagnolino avrei qualche dubbio ma.. insomma se l’esperienza c’è, c’è.
Però è pur vero che è nell’interesse del candidato apparire nel miglior modo possibile.

Ora.
Quali sono le regole per una corretta foto sul cv?
Una parola. PROFESSIONALE.

Le mie preferite sono quelle che già ritraggono il candidato in un luogo di lavoro.

Sei un’addetta alle vendite? Ottimo! Una foto che ti ritrae in negozio mentre sistemi il reparto, riponi una camicia o, semplicemente, sorridi.

Non stai lavorando attualmente e non hai foto del precedente lavoro?
Nessun problema!
Hai 3 fantastiche alternative by ziaChiara (mi sento molto Mara Venier in questo momento):

  • Potresti pensare ad una foto mentre guardi proprio la vetrina del negozio per il quale ti stai candidando;
  • Puoi optare per una foto semplicissima, ma… indossando gli abiti del marchio per il quale ti candidi! Sarà divertente essere un modello per un giorno. Fatti aiutare da un amico bravo con gli scatti.
  • Scatena la fantasia, puoi realizzare uno sfondo con degli abiti oppure una mentre navighi sul sito dell’azienda… insomma professionale sì ma non anonima.

É chiaro che non tutte le candidature consentono questo tipo di foto.
Se parliamo di un lavoro impiegatizio ti consiglio una foto in un centro direzionale o una zona conosciuta proprio per la presenza di uffici. Puoi optare per un semplice giacca e camicia oppure chiamare il fotografo!

I fotografi, infatti, utilizzano degli appositi panelli adatti a raffigurare un contesto professionale.

Ad ogni modo, un dettaglio sicuramente rilevante è il sorriso, lo stesso che spero di averti strappato durante questo interminabile articolo!
Meriti proprio un regalo 😉

Ora dimmi.
Che foto hai adesso sul tuo cv?

Ti è piaciuto? Convidilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *